Associazione Consumatori Siciliani

L’Associazione Consumatori nasce nel gennaio 2005 a Patti (Messina), per iniziativa di alcuni cittadini, in risposta all’invio da parte del Comune di Patti di alcune fatture relative al canone depuratore, acque reflue ed eccedenza il cui credito risultava essere caduto in prescrizione in base a diverse sentenze della Suprema Corte di Cassazione. La questione porterà alla nota sentenza della Corte Costituzionale n. 335 del 2008 che ha stabilito che la tassa va pagata solo se il depuratore è presente. L’8 ottobre sempre del 2005, deposita il proprio statuto costitutivo presso l’Agenzia delle Entrate di Patti, assumendo la denominazione di Associazione Consumatori Pattesi, dando contemporaneamente vita ad una protesta civile contro le fatture relative alla T.I.A. (Tariffa di Igiene Ambientale), ritenute eccessivamente elevate in relazione al servizio effettivamente prestato ed emesse, in aperta violazione delle leggi vigenti in materia, dalla ATO ME 2 S.p.A., che ha portato il 7 luglio successivo alla presentazione dei primi ricorsi in Commissione Tributaria Provinciale. L’Associazione si è fatta inoltre promotrice presso l’amministrazione comunale di Patti di diverse iniziative relative alla difesa della salute, dell’ambiente e dei diritti dei cittadini, in particolar modo chiedendo l’applicazione dello Statuto del Contribuente.

Il 24 settembre 2006 l’assemblea dei soci, in risposta alle richieste di adesione provenienti da altri comuni, ha deciso all’unanimità di assumere l’attuale denominazione di Associazione Consumatori Siciliani. Con D.P. n. 394/S.6°/S.G. del 18 luglio 2008 registrato nella Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana il presidente della Regione ha riconosciuto l’Associazione così come previsto dalla normativa regionale: unica associazione di consumatori a non avere la propria sede legale in un capoluogo di provincia
Nel 2009 la Regione Siciliana ha approvato il progetto dal titolo “I diritti del Consumatore e la difesa nel processo tributario” nell’ambito del Programma generale della Regione Siciliana denominato “La Sicilia per i consumatori”.
Nel marzo 2009 ha organizzato a Patti un convegno da titolo “Il futuro della sanità pubblica a Patti e nei Nebrodi” al quale sono intervenuti l’Assessore Regionale Dott. Massimo Russo, il capo gruppo al Senato dell’UDC, avv. Giampiero D’Alia, il vice presidente della Commissione Sanità in Sicilia On.le Pippo Laccoto, l’on.le Ardizzone, il Dott. Pippo Pracanica di CittadinanzAttiva di Messina, il responsabile provinciale dell’ordine dei medici.

È stato istituito anche il Centro Studi di Diritto Tributario e Diritto dei Consumatori “Francesco Magretti”. Il centro studi ha promosso una borsa di studio in collaborazione con l’Università di Messina, Facoltà di Giurisprudenza. Inoltre il Centro si sta facendo promotore di una serie di stage e corsi in materia di diritto tributario e diritto del consumatore. L’Associazione Consumatori Siciliani è stata inoltre promotrice dei referendum comunali per la gestione “in house” dell’acqua e della ripresa del servizio di smaltimento dei R.S.U. da parte dei comuni. L’Associazione si è fatta promotrice di molti esposti depositati presso la Procura della Repubblica su varie vicende legate all’inquinamento ambientale di fiumi, torrenti, alla realizzazione della Centrale di rigassificazione a Monforte Marina (Messina) e su altre questioni d’interesse generale.

Nell’agosto 2009 ha attivato lo Sportello del consumatore Turista in collaborazione con lo Sportello Turistico Regionale “Patti-Tindari” ed ha donato un’infermeria al Servizio Turistico regionale da mettere a disposizione dei pellegrini che ogni anno si recano a Tindari oltre ad un defibrillatore.

L’avventura dell’Associazione Consumatori Siciliani a difesa del cittadino non intende fermarsi. Se anche tu intendi sostenere con il tuo contributo la causa e alle battaglie dell’Associazione Consumatori Siciliani, oltre a usufruire dei nostri servizi, iscriviti o contattaci.

Maggiori informazioni http://www.consumatorisiciliani.it/chi-siamo/

Attualmente tre sono le sedi operative nella provincia di Messina in convenzione con Sikelia: Milazzo, Capo d’Orlando e Galati Mamertino.

Contattateci per ogni dubbio e/o richiesta:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...