Di che banca hai bisogno?

foto banca porcelloLa Banca è un’impresa privata a scopo di lucro, che eroga beni e servizi sulla base dei risparmi dei correntisti (semplici risparmiatori o imprese). La differenza tra l’interesse passivo (sempre molto alto) sui crediti effettuati ai clienti e l’interesse attivo (sempre molto basso) sui risparmi dei correntisti, costituisce il guadagno della banca (cosiddetto spread). In qualità di intermediario finanziario, dunque, la banca svolge due principali funzioni: quella di deposito (con i conti correnti, i libretti di risparmio, i titoli, le azioni) e quella di credito (prestiti personali, mutui, crediti al commercio, carte di credito ecc). Per agevolare queste operazioni, inoltre, fornisce anche dei servizi utili per la gestione del denaro: erogazione di libretti di assegno, bonifici, bancomat, assegni circolari. E’ inutile dire che tutto questo ha un costo che le banche si fanno pagare molto bene: costi di gestione del conto corrente, costi di operazioni allo sportello, per i bonifici, per l’emissione di carte di credito, per i prelievi, per i prestiti ecc. Tuttavia, oggi, la diffusione dell’home banking o delle banche online, ha dato una scossa al settore ed eliminato i fastidiosi costi di intermediazione: niente canone fisso per la gestione del conto corrente, zero spese per i prelievi, zero per i bonifici, zero per i bancomat. L’abbattimento dei costi è dato principalmente dall’assenza di personale e dall’eliminazione del cartaceo. In periodi di crisi, le banche online aumentano sempre più il numero dei correntisti, poiché nessuno è disposto più a sostenere spese extra per la gestione del proprio conto corrente. Bisogna però avere la disponibilità di un computer e di una connessione a internet per poter effettuare il collegamento alla propria banca ed effettuare tutte le conseguenti verifiche. Operazione oggi facilitata dalla diffusione dei punti wifi, dalla rete mobile 3G e dagli smartphone-tuttofare. Oggi gli italiani sono nella media europea nell’utilizzo del conto online. Purtroppo ancora non lo siamo nell’e-commerce, nei confronti del quale c’è ancora molta diffidenza. Quando capiremo che anche grazie a questo servizio aggiuntivo si può risparmiare moltissimo, avremo un altro boom. La scelta di una banca dipende da vari fattori:

  1. La preferenza per la tipologia, fisica o online. La banca fisica è per chi preferisce l’approccio allo sportello, magari con l’edificio sotto casa, con il supporto degli impiegati, ma anche con il disagio delle code e dell’attesa più o meno lunga. La banca online è per chi possiede dimistichezza, anche minima, con il pc e internet e preferisce stare comodamente a casa o anche nella propria residenza estiva per effettuare qualsiasi operazione bancari;
  2. Un altro fattore decisivo è l’interesso attivo che la banca consegna al proprio correntista, il più alto è preferibile. Tuttavia, chi ha somme di denaro che non utilizza nel breve periodo, potrebbe trovare più conveniente aprire un conto deposito, per il quale la banca è solita affidare un tasso ben più alto, ricompensando il depositante per il disagio dell’attesa;
  3. La molteplicità e la qualità dei servizi offerti: chi offre più servizi, a buon prezzo e di buona qualità è da preferire rispetto agli altri. Ad esempio, la possibilità di effettuare non solo prelievi ma anche versamenti tramite bancomat (i cosiddetti ATM evoluti). Tutto ciò dipende non solo dall’istituto bancario ma anche dalla professionalità degli operatori (dirigenti, consulenti, impiegati).

Fermo restando che, per qualsiasi operazione finanziaria è preferibile la nostra banca di fiducia (fisica o online che sia), a volte alcuni istituti finanziari offrono tassi più convenienti e quindi più allettanti delle banche. Ciononostante dobbiamo fare molta attenzione: controlliamo sempre il taeg (tasso annuo effettivo globale), ovvero il tasso d’interesse comprensivo di tutte le spese inerenti il prestito (oggi comprende anche le spese assicurative), leggiamo bene il contratto, in tutte le sue clausole. Se trovate qualcosa che non va, consultate pure un legale.

L’Associazione Consumatori Siciliani è a tua disposizione per risolvere i tuo i dubbi o le tue problematiche.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...